Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Accetto


Museo Nazionale Archeologico di Vulci

Canino / VT

Museo
Il Museo Archeologico di Vulci è ospitato nel Castello della Badia, una struttura attestata fin dal IX secolo, quando sul sito sorgeva l’abbazia benedettina fortificata di S. Mamiliano. Nel 1430, il sito fu assegnato ai Farnese, e probabilmente al cardinale Alessandro Farnese si deve la costruzione dell’attuale corpo di fabbrica.
Con la caduta del Ducato di Castro l'edificio venne reintegrato nei possedimenti della Camera Apostolica e funzionò come sede della dogana pontificia col Granducato di Toscana. Dopo essere appartenuto, nel XIX secolo, prima a Luciano Bonaparte e poi, dal 1853, alla famiglia Torlonia, negli anni ‘60 del ‘900 venne acquisito dallo Stato per ospitare il Museo Archeologico di Vulci.
Il Museo è stato costituito nel 1975 ed offre un panorama completo della città etrusco-romana di Vulci: raccoglie infatti materiale proveniente da scavi effettuati dall'Ottocento ai primi anni 2000 soprattutto nelle vastissime necropoli, comprendenti circa 30.000 tombe (fra le quali la celeberrima "tomba François") che coprono un arco temporale che va dall'età del Ferro al III-II sec. a.C.

Come Arrivare

S.S. 1 Via Aurelia: uscita direzione Vulci, Ischia di Castro, Manciano. Proseguire su S.P. 105, poi svoltare su S.P. 107; dopo il secondo incrocio, svoltare a destra e proseguire fino a destinazione.
01011 Canino VT, Italia

Info & Prenotazioni

pm-laz@beniculturali.it

+39 0761 437787



pm-laz@beniculturali.it